download

Il giorno dell’Apocalisse è vicino e sulla Città aleggia l’avvento di un nuovo moderno Wasteland, quello stesso stato di desolazione e sterilità che fu un tempo conseguente alla scomparsa del Santo Graal. E gli abitanti della Città stanno raggiungendo un nuovo livello di follia. In un universo cupo di apparente banale quotidianità, l’eros e il terrore si incontrano, l’estasi e l’angoscia trovano insospettabili punti di contatto attraverso le deviazioni di persone qualunque.
Il Male combatte con orrende creature simili a grassi vermi neri di venti centimetri che penetrano nel corpo umano attraverso qualunque orifizio e ne prendono il possesso.
Il Bene combatte con una ragazzina psicotica con tendenze omicide, un portiere d’albergo, un’aspirante cantautrice, uno scaricatore di acqua minerale, lo spettro di una ragazza e quello di una bambina, un criceto di nome Lord Byron e soprattutto con Daria, che oltre a cercare di salvare la Città, deve anche affrontare l’orrore del ricordo dello stupro subito da un alieno quando era adolescente.
La giovane e provocatoria attrice Maya Murna, detta “la diva delle tenebre”, non ha ancora deciso da che parte stare.
Tutto questo mentre la neve continua a cadere come una maledizione e sembra non volersi fermare mai.

Non è semplice trovare un romanzo horror che contenga al suo interno una storia d’amore lesbica. Quella contenuta in Strane ferite, sebbene non sia l’argomento principale del libro, riesce, nel caos degli eventi, a ritagliarsi il suo spazietto e a conquistare il lettore con grande spontaneità e tenerezza.
Ma andiamo con ordine.
Come è possibile notare dalla quarta di copertina, Strane ferite è un romanzo composto da episodi, frammenti e riflessioni di ben sei personaggi diversi: Elvis, Maya Murna, Fabrizio, Valentina, Alice e Daria, tutti quanti intenti a lottare con i propri demoni interiori (alcuni più umani, altri più mostruosi).

Numerosi sono gli elementi inquietanti e spaventosi che, tramite uno stile di scrittura assolutamente chiaro e scorrevole, il susseguirsi di immagini di grande impatto, il saggio utilizzo di frasi a effetto e la grande abilità nell’ideazione di chiusure efficaci, fanno sì che il lettore resti incollato al libro, timoroso ma comunque avido di sapere cosa avverrà dopo.

E mentre tutto sembra andare a rotoli e le speranze che la situazione migliori appaiono svanire pagina dopo pagina, ecco che le strade dei sei protagonisti si intrecciano dando vita a nuovi sviluppi, alcuni inaspettati, altri, invece, fortemente desiderati.

E’ il caso di Alice e Daria, il cui affetto reciproco si avverte sin dall’inizio, insieme alla paura di rivelarsi e di accettarsi per quel che si è. Da questo punto di vista, Stefano Fantelli ha saputo creare, con grande sensibilità e delicatezza, una storia d’amore adolescenziale assolutamente credibile, colma della dolcezza e dell’ingenuità tipicamente giovanili.

L’atmosfera di fondo di Strane ferite è quella dell’horror apocalittico condito da temi quali la follia, le visioni, l’omicidio e la solitudine, quella che, più di tutti gli altri elementi, è in grado di generare terribili mostruosità.

Consiglio il libro agli amanti dell’horror e non, a chi ha voglia di una lettura fuori dagli schemi e che, soprattutto, desideri qualcosa che possa far sentire turbati e tuttavia irresistibilmente incuriositi.

VALUTAZIONI

Stile e scorrevolezza del testo: 9/10

Trama: 9/10

Edizione: 8.5/10

Presenza lesbica: 4/10

Globale: 9/10

Il libro è facilmente reperibile e potete trovarlo in tutte le librerie e bookstore online

Link al libro nella nostra libreria virtuale

-Paola-

Annunci