500MilionidiStelle

Cinquecento milioni di stelle è una graphic novel di Mabel Morri, autrice classe 1975, che produce opere da oramai due decadi. La Morri nel 2009 ha vinto il premio al festival del fumetto di Serzana con l’opera Io e te su Naboo che ho ordinato da poco, ma che non ho ancora avuto il piacere di leggere.

Di recente ha pubblicato con la Renbooks (la prima casa editrice italiana di fumetti totalmente dedicati al pubblico GLBTQI) il libro Hai mai notato la forma delle mele?, un lavoro del 2002 che era stato precedentemente stampato dalla casa indipendente Studio Monkey in tre volumi e che invece Renbooks ha unificato in un unico lavoro.

Tornando a Cinquecento milioni si stelle, l’opera è ambientata a Rimini (paese natale dell’autrice) ed è lì che facciamo la conoscenza di Rebecca, una ragazza che trascorre le sue giornate lavorando in libreria con la madre, figura centrale nella sua vita e con la quale ha uno splendido rapporto, mentre le serate trascorrono piacevoli in 1538783_873357592683485_2607009050709252530_n
compagnia delle sue amiche.
Dalla Spagna torna Calu, un’amica di vecchia data della madre, che fa partire l’evento cardine del libro, ovvero l’incontro tra Rebecca e Caterina.

Tra le due ragazze il feeling sarà innegabile, Caterina è lesbica e in breve la sua attenzione per Rebecca diventerà attrazione; quest’ultima invece non aveva mai pensato alla possibilità di potersi innamorare di una ragazza e il suo ambiente protetto inizierà lentamente a sgretolarsi mentre affiorerà in lei un turbinio di sentimenti.
Rebecca andrà quindi in crisi, non potendo immaginare che un’altra donna le avrebbe fatto provare emozioni così nuove e intense e la relazione con il fidanzato, Edo, inizierà a vacillare così come quella con la sua amica Lopi che non si capaciterà del suo cambiamento e non vorrà accettare che i sentimenti dell’amica siano mutati.
A sostenere Rebecca nella sua scoperta dell’amore sarà la madre, con un semplice ma incoraggiante “Invita Caterina a cena, una di queste sere!” e Calu, a cui confiderà le sue paure.

Non posso fare altro che consigliarvi di cuore questa storia a fumetti; il tratto della Morri è delicato e continuo, come se avesse disegnato senza sollevare la matita del foglio. Dà una bella sensazione di continuità nella lettura già di per sé scorrevole e delicata, capace di far sorridere e preoccupare, incentrata sui sentimenti che cambiano e alla ricerca di un amore vero sbocciato sotto un cielo stellato : “Se qualcuno ama una cosa di cui esiste un solo esemplare in milioni e milioni di stelle… questo è sufficiente a farlo felice quando la guarda…”

mabelmorri2

La mia valutazione finale è di 4.5 su 5

-Flavia Fiorato-

Annunci