Ultimamente molte di voi ci hanno chiesto consigli su libri a tematica lesbica di genere romantico e che fossero a lieto fine. Sembrerebbe una richiesta banale, ma trovare libri del genere, purtroppo, è più difficile di quel che si possa pensare. Per fortuna, tra i pochi titoli, troviamo anche Ash di Malinda Lo. malinda-lo-ash-primi-2-capitoli-del-libro Questo romanzo narra la storia di Aisling (“Ash”), una ragazza che vive in una casa sul limitar del bosco insieme al padre e che rimane orfana di madre. Cresciuta a pane e favole, la ragazza cercherà quella dimensione magica e fatata che aleggia nei racconti per tutta la vita, anche quando il padre si risposerà e le porterà in casa una matrigna e due sorellastre.
L’uomo, poi, morirà misteriosamente ed Ash sarà costretta a cambiare casa e a diventare la serva della sua nuova famiglia. Oltre al sostegno delle favole, la ragazza si allontanerà spesso da casa per scappare nel bosco, dove farà due incontri molto importanti: quello con Sidhean, una creatura magica, e quello con Kaisa, la cacciatrice del re, di cui si innamorerà. L’unico modo per potere rivedere Kaisa è stringere un patto con Sidhean, un accordo che cambierà per sempre l’esistenza della ragazza.

È possibile quindi ritenere Ash una sorta di Cenerentola rivisitata in chiave lesbica.

Il testo scorre velocemente e la scrittura risulta chiara e semplice: è un libro che si legge in pochissimo tempo e dal quale si viene letteralmente catturati. Leggendo alcune recensioni mi è capitato di imbattermi in alcune lamentele riguardanti lo scarso approfondimento tra il legame che si instaura tra Ash e Kaisa.  È assolutamente vero che gli incontri tra le due risultino un po’ fugaci, tuttavia, trattandosi in questo caso di un testo che si può definire una lunga favola, ho trovato la scelta dell’autrice assolutamente giustificabile (di solito nelle fiabe la protagonista si innamora molto più velocemente ed immotivatamente!).

Quello che invece non ho tanto apprezzato è stato il finale: Malinda Lo, durante il romanzo, parla di intrecci complicati e di ostacoli quasi insormontabili, che nella conclusione del libro si risolvono invece con una semplicità davvero poco credibile. Peccato, perché sviluppandola adeguatamente, la storia sarebbe potuta risultare ancora più coinvolgente ed appassionante di quanto già non lo fosse.

Per chi non lo sapesse, Malinda Lo ha pubblicato all’estero quello che ha definito il prequel di Ash, ovvero Huntress, purtroppo ancora inedito in Italia. Huntress ha la stessa ambientazione del suo predecessore e narra la storia di Kaede, nobile ribelle e Taisin, apprendista maga, incaricate di recarsi presso la Fata regina per scoprire quale male affligga il loro mondo, sull’orlo della distruzione, e per sapere cosa potere fare per salvarlo. Le due saranno accompagnate da altri personaggi e, durante la missione, inevitabilmente, si innamoreranno l’una dell’altra. Anche di questo libro ho letto diverse critiche sul suo finale, che sembrerebbe essere troppo semplice e sbrigativo, proprio come succede in Ash. Nonostante questo penso di leggerlo comunque in lingua originale, sperando che, nel frattempo, possa venire tradotto anche in Italia.

Per concludere, la mia valutazione ad Ash è di 3.5/4 su 5.  È un libro che consiglio a chi abbia voglia di leggere un romanzo semplice e senza troppe pretese, per sognare un po’ ad occhi aperti e trovare una favola che finalmente non sia eterosessista.

Il libro è facilmente reperibile e potete trovarlo in qualsiasi libreria o bookstore online!

Link al libro nella nostra biblioteca virtuale

-Paola Cissnei-

Annunci